Italiano English Français

Cosa Fare e Cosa Vedere a Monza

Le principali attrazioni turistiche della bellissima città di Monza, capitale della Brianza.

Villa Reale, Monza

Monza non è di certo conosciuta come una destinazione turistica e molti non sanno magari neanche dov’è con esattezza: lo scopo di questo breve articolo è di invitarti a cambiare idea, verificando sulle mappe che in 30 minuti in auto o in treno da Milano potrai trovare poche cose, ma assolutamente speciali e che valgono una giornata nella capitale della Brianza.

Cominciamo da unicità assolute: il Parco di Monza con la Villa Reale ed il suo Autodromo Nazionale.

Il Parco di Monza con i suoi 688 ettari è il più grande parco storico europeo circondato da mura, fu voluto da Napoleone nel 1805 con lo scopo di farne una riserva di caccia e una tenuta agricola più grande del parco di Versailles.

All’interno del Parco ti aspettano tutta una serie di percorsi ed itinerari naturalistici molto suggestivi, conditi da eventi e mostre organizzati secondo un calendario preciso.

Il mio consiglio è di lasciare l’auto in uno dei tanti parcheggi disponibili, affittare una bicicletta e godersi tutto quello che offre questo meraviglioso luogo.

Ma non esiste un parco “reale” senza una decorosa dimora, ecco quindi che il Parco è in realtà il mega-giardino della Villa Reale o Reggia di Monza.

Una grande costruzione in stile neoclassico, fu voluta da Maria Teresa d’Austria nel 1777, divenne Palazzo Reale con Napoleone e sede della Monarchia Italiana dei Savoia, ultimi inquilini ad utilizzare la Villa come dimora privata.

La Villa è aperta ai visitatori, quindi qualche ora spesa al suo interno, magari in occasione di una delle innumerevoli mostre o esposizioni, unita ad un salutare giro nel Parco, è sicuramente un programma interessante.

Per gli appassionati di auto e velocità, ecco servito il “tempio della velocità”, come viene chiamato l’Autodromo Nazionale di Monza.

Ricavato all’interno del parco, è famosissimo per ospitare da sempre la tappa italiana del Mondiale di Formula 1: le imprese di famosi piloti, magari a bordo di una Ferrari, circondano ancora oggi di un’area di passione il circuito brianzolo.

Se poi tu volessi unire alla passione anche l’ebrezza di provare di persona la guida in pista, Puresport permette a tutti di pilotare una Ferrari o una Lamborghini, oppure, per i più appassionati ed aspiranti piloti, vere giornate a bordo di vetture Formula, fino a poter guidare una vera Formula 1.

Quindi se cerchi un motivo per andare a Monza, consulta il calendario degli eventi sul sito di Puresport e programma la tua giornata in Brianza in corrispondenza ad una data dove ci sarà un bolide ad aspettarti nei box dell’Autodromo.

Per rilassarsi dopo aver guidato a quasi 300 Km/h, ti consiglio una bella passeggiata nel centro pedonale di Monza.

Distante 10 minuti dal Parco, offre un’ampissima offerta commerciale di negozi prestigiosi e buoni ristoranti che rispecchiano il buon nome che la città brianzola ha nell’immaginario collettivo.

Durante la passeggiata, ti suggerisco di fermarti all’Arengario, una costruzione a quadri-portico della seconda metà del XIII secolo e storica sede del Comune di Monza, oggi aperta al pubblico per le visite espositive.

Al termine della tua passeggiata, arriverai al Duomo di Monza o Basilica di S. Giovanni Battista.

La prima costruzione risale alla prima metà del ‘300, poi successivi ampliamenti avvenuti nei due secoli successivi hanno portato il Duomo al suo aspetto attuale dove troneggia la Torre Campanaria alta ben 75 metri.

Due particolarità: l’Arciprete di stanza al Duomo ha il privilegio di avere delle proprie guardie armate, gli Alabardieri, un corpo chiamato così dalla particolare arma in loro dotazione.

Oltre alla Guardia Svizzera in servizio al Vaticano, gli Alabardieri sono l’unico corpo al mondo a potersi schierare armato all’interno di una chiesa.

Custodita nel Duomo c’è poi la Corona Ferrea, chiamata così perché al suo interno è presente un cerchietto di ferro che la tradizione vuole essere stato ricavato da uno dei chiodi utilizzati per la crocefissione di Gesù.

Oltre al suo significato religioso, divenne il simbolo stesso del Regno d’Italia in quanto fu la corona posta in capo a Carlo V d’Asburgo, Napoleone e Ferdinando I.

Quindi tra Parco, Villa Reale, centro pedonale e Duomo, una giornata a Monza non ti lascerà deluso.

Categorie:
Località: , , , ,
Temi di Viaggio: ,
Condividi Questo Articolo
Google+
Autore: Gianluca

Amo viaggiare, mi piace scoprire nuovi posti e diverse culture. Ogni qual volta ne ho la possibilità ne approfitto per girare il mondo.

Articoli Correlati