Italiano English Français

Viaggio in Canada: che cosa portare

Molti viaggiatori che hanno deciso di visitare il Canada non sempre sono informati riguardo alla documentazione che è necessario preparare e portare con sé prima di prenotare il proprio volo.

Viaggio in Canada

Per molti, poter finalmente visitare il Canada è un sogno che diventa realtà. Passeggiare nei boschi ed ammirare i laghi incontaminati, entrare a contatto con la fauna locale e vivere un po’ di quello spirito patriottico che ha reso tanto forte questa Nazione è un piacere al quale non si può proprio rinunciare e che andrebbe assaporato, almeno una volta nella vita.

Eppure, molti viaggiatori che hanno deciso di visitare il Canada non sempre sono informati riguardo alla documentazione che è necessario preparare e portare con sé prima di prenotare il proprio volo.

Occorre, quindi, documentarsi per tempo, così da poter richiedere i documenti necessari e non rischiare di vedersi negato l’ingresso in una terra tanto affascinante quanto attenta alla sicurezza dei propri confini.

Un’attenzione particolare al viaggio in aereo

Prima di parlare nel dettaglio dei documenti richiesti per l’accesso in Canada, bisogna pensare a cosa potrebbe servire per il viaggio.

Non sempre, infatti, si riflette sul fatto che recarsi in volo in Canada prevede diversi scali, a seconda della compagnia aerea scelta e della città di partenza. Per questo motivo, una buona idea potrebbe essere quella di inserire nel bagaglio a mano abiti pesanti, come felpe e maglioni che potrebbero rivelarsi utili per affrontare le temperature tendenzialmente basse che si potrebbero trovare negli aeroporti e, al termine del viaggio, nella città canadese scelta.

Secondariamente, bisogna controllare con cura i documenti da presentare al momento dei controlli in aeroporto e alla dogana, una volta atterrati in territorio canadese: carta di identità, passaporto e certificato elettronico devono essere in corso di validità, pena il rimpatrio.

Cos’è il certificato di viaggio elettronico e come richiederlo

Sia che si voglia viaggiare per turismo, per affari o per motivi di studio, dal 2015 è ormai obbligatorio esibire al momento dei controlli di frontiera non soltanto il passaporto, ma anche l’autorizzazione di viaggio elettronica, conosciuta anche come eTA.

Si tratta di un documento utile per il controllo del flusso di viaggiatori che ogni giorno varcano i confini del Canada. Proprio come già fatto in Australia e negli Stati Uniti, questo “mini-visto” permette di verificare in tempo l’identità e il trascorso dei visitatori, così da permettere allo Stato di accertarsi dell’effettiva natura del viaggio e dello status del visitatore e ammetterlo entro i confini senza problemi.

A dispetto di quanto richiesto per il visto necessario per l’ingresso negli Stati Uniti, l’eTA può essere richiesto interamente online a questo indirizzo https://eta-canada.it/richiesta-visto-eta/, permettendo così ai viaggiatori di snellire le procedure e di ottenere la propria autorizzazione in tempi rapidi e in tutta comodità.

Collegandosi al sito dedicato, infatti, ogni viaggiatore potrà compilare il modulo con le generalità richieste, pagare con carta di credito la tariffa standard richiesta per il rilascio del documento e ricevere via email copia dell’eTA.

L’autorizzazione è personale, viene legata al passaporto e ha validità di cinque anni. Una forma di controllo intelligente per l’accesso in una realtà all’avanguardia e che vi lascerà senza fiato.

Categorie:
Località: ,
Condividi Questo Articolo
Google+
Autore: Gianluca

Amo viaggiare, mi piace scoprire nuovi posti e diverse culture. Ogni qual volta ne ho la possibilità ne approfitto per girare il mondo.

Articoli Correlati