Italiano English Français

Cosa Fare e Cosa Vedere a Lloret de Mar

Lloret de Mar è il simbolo dell’autonomia e dell’emancipazione che convive con un certo rispetto e una attenta conservazione delle tradizioni.

Lloret de Mar

Lloret de Mar è il simbolo dell’autonomia e dell’emancipazione che convive con un certo rispetto e una attenta conservazione delle tradizioni.

Chiunque scelga questa meta per il suo viaggio si deve aspettare un centro autonomo della Catalogna, anzi, più precisamente della Costa Brava, perfettamente integrato in un contesto tutte europeo dove però la stabilità del sedimentarsi dei secoli passa tutt’altro che inosservata.
A consolidare questo concetto è anche la presenza di musei dedicati alla coltura rurale.

Che significa questo? In una terra ricca di vegetazione e mare, dove dunque le due attività che hanno permesso la sopravvivenza della città sin dai tempi più antichi sono sempre state l’agricoltura e la pesca.
Farle cadere nell’oblio vorrebbe dire rinnegare e cancellare le proprie origini, le radici che hanno consentito lo sviluppo economico, dando vita al settore terziario che adesso è fiorente, ovvero quello del turismo.
Gli avvenimenti sono così collegati che disgiungerli sarebbe equiparabile ad essere figli di nessuno, una terra senza passato difficilmente ha un futuro.

Lloret de Mar, il cui nome derive dal latino Lauretum che significa alloro è stata dominata dai fenici, dai romani, ha vissuto tutto il declino medievale, ha lottato per acquisire la sua autonomia in una nazione come la Spagna che da anni si trova a fronteggiare queste volontà indipendentistiche.

Questa è una città che si dà da fare, ingegnosa e anche pragmatica.
Ad esempio c’è una famosa discoteca che si è fatta produrre una bevanda dalla Redbull che porta il nome e il packaging specifico del locale, questo ha un importante valore a livello economico, di attrattiva turistica e di pubblicità. Si può chiamare mossa di marketing, ma indubbiamente denota lo spirito innovativo e la propulsione di Lloret de Mar.

Le stradine interne della città sono tutte completamente bianche e sono state adibite a mercato dove si può trovare un po’ di tutto, a metà tra un bazar e dei negozietti, il giro è piacevole e rilassante, si possono passare un paio d’ore all’insegna dello shopping, occhio a scegliere bene perché i prezzi non sono eccessivi, ma bisogna considerare che resta pur sempre una meta turistica quindi non fatevi prendere da manie compulsive e valutate attentamente se ne vale la pena.

La visita a Lloret de Mar è consigliata in primavera per le famiglie, ci sono prezzi speciali, è possibile prenotare quadruple a costi ridotti e si evita il baccano che c’è nel mese di agosto.

Questa località è rinomata per un certo turismo sfrenato, disinibito volto ai piaceri carnali per dirla tutta, in realtà in qualunque posto uno voglia andare può dedicarsi a questo stile di vita, se è quello che preferisce; la variabile diventa la densità di popolazione giovanile, dunque persone appartenenti alla stessa generazione che si possano conoscere.
Insomma, ricapitolando Lloret de Mar si trova in Spagna, ma non si può dire che la rappresenti con completezza perché resta comunque una meta prettamente turistica, ha la sua storia e la sua cultura che vanno senza dubbio approfondite, ma il cavallo di battaglia resta sicuramente la condivisione giovanili immersa nel divertimento.

Questo non significa certo che i meno giovani non possano andarci, perché il mare è comunque limpido e bello, le spiagge ben attrezzate e spostandosi un po’ sulla Costa Brava si potranno vedere altre località davvero caratteristiche.

La vita notturna funzione un po’ come nelle altre città di questo genere, un via vai continuo tra un locale e l’altro, i pr che sponsorizzano determinati posti e l’alcool come elemento base.

La Costa Brava è da sempre meta di giovani e giovanissimi, a caccia di avventure e divertimento.

Discoteca

Non a caso “brava” in spagnolo significa “fiera, feroce“. La fama di cittadine come Lloret de Mar, che da piccolo villaggio è diventata improvvisamente una Las Vegas in miniatura, si estende ormai in tutta Europa.

Ogni  estate i turisti invadono i suoi hotel, bar e discoteche, pronti a non dormire mai per seguire la “fiesta“.

Discoteche e Locali Notturni a Lloret de Mar in Costa Brava

Lloret de Mar è un luogo dove non ci si annoia mai, dove il bello comincia all’ora del tramonto, quando i locali cominciano a popolarsi, dopo un “intenso” giorno di spiaggia. Il vantaggio di un posto così è che è facilmente raggiungibile dall’Italia con un aereo. Il vicino aereoporto di Girona è scalo di numerosi voli low cost e tra l’aereoporto e Lloret ci sono soltanto 35 chilometri, una distanza percorribile in poco tempo, sia in autobus che in taxi. Inoltre, essendo un posto molto piccolo, non serve l’auto per godersela, ci si può spostare a piedi e permettersi ogni tanto di alzare anche un po’ il gomito.

Per questo Lloret de Mar viene scelta spesso per occasioni come gli addii al celibato, perché è comoda e pronta ad accogliere gruppi nella miriade di pensioni sparse lungo le vie principali parallele al mare, la calle de Joan Durall e il Paseo de Cinto Verdaguer.

Tantissime le mete nelle vicinanze, raggiungibili anche in treno, dalle spiagge di sabbia chiara di Sant Pol da Mar (occhio a dove andate se non vi piace fare nudismo!) alla bella Barcellona, distante 60 chilometri, capitale morale ed amministrativa della Catalunya, dove ad ogni angolo è possibile trovare cultura e, tanto per cambiare, divertimento.

Categorie:
Località: , ,
Temi di Viaggio:
Condividi Questo Articolo
Google+
Autore: Gianluca

Amo viaggiare, mi piace scoprire nuovi posti e diverse culture. Ogni qual volta ne ho la possibilità ne approfitto per girare il mondo.

Articoli Correlati