Italiano English Français

Cosa Fare e Cosa Vedere a Tenerife

Tenerife è sicuramente la più famosa tra le isole Canarie, ogni riceve oltre quattro milioni di persone.

Il Mare di Tenerife

Stai già pensando alle prossime vacanze estive? Se ancora non conosci Tenerife, ti  consiglio di metterla in cima alla lista dei posti dove andare. E’ sicuramente la più famosa tra le isole Canarie, ogni riceve oltre quattro milioni di persone.

Tenerife è un mix culturale della cultura africana ed europea, l’isola fa parte della Spagna ma gode di una notevole autonomia. Le stagioni di punta sono da dicembre a febbraio, quando i visitatori tipici sono quelli più anziani che vengono a godersi un po di sole e a passare l’inverno, e da maggio a ottobre quando è invece più frequentata dalle famiglie e dai giovani. E’ prevalentemente montuosa e la maggior parte delle montagne presenti nell’isola sono del maestoso vulcano Teide.

Non a caso le sue origini sono dovute ad eruzioni vulcaniche, dopo che che le prime eruzioni crearono tre  isolette vicine, queste si unirono e diedero vita a Tenerife.
Tantissimi colli e vallate sono presenti in tutta l’isola, il che ne fa uno dei posti più indicati per fare trekking.

La sabbia bruna di alcune spiagge è conosciuta a livello mondiale e circolano credenze che questa sabbia abbia anche proprietà curative.
Grazie ai venti alisei, che soffiano calmi ma costanti a Tenerife, l’umidità sul territorio è sempre bassa. Come è facile immaginare, il pilastro principale dell’economia della regione è il turismo, l’offerta di hotel e appartamenti vacanze è sempre molto vasta.

Spiaggia Tenerife

Tra le altre cose è possibile scegliere fra molte escursioni e gite organizzate a buoni prezzi. Lo Zoo di Tenerife e il Loro Parque sono due attrazioni sempre molto popolari tra le famiglie. Dopo lo zoo o il Loro Parque, i giardini di Tenerife sono  un’altra un’ottima occasione per circondarsi di natura, hanno una variegata selezione di specie animali e alcune delle piante più stupende di tutta la Spagna. Per i giovani che sono in cerca di emozioni forti, l’Octopus Aqua Park è il luogo ideale a Tenerife, garantirà  il massimo spasso. Anche le escursioni in jeep sono sempre molto apprezzate, come ad esempio una bella gita alle pendici del monte Teide garantisce panorami strabilianti.

Dal punto di vista naturalistico, Tenerife vanta sia una flora che una fauna molto ricca, ospita oltre 1400 specie di piante e circa 400  specie di pesci.

Da non dimenticare, poi, la sua aria praticamente priva di inquinamento.
Solitamente l’atmosfera è vivace, il clima della regione è meraviglioso e stabile tutto l’anno.

Tenerife, situata al centro dell’Arcipelago Canario, fa parte, insieme a Capo verde, alle Azzorre e a Madeira, delle cosiddette “isole felici“. Si trova a circa 200 chilometri ad occidente rispetto alla costa africana. La sua vicinanza all’equatore mitigato dal clima Atlantico fa si che a Tenerife il clima sia uno dei più equilibrati al mondo. Le temperature non scendono mai al di sotto dei 20 gradi in inverno e dei 30 gradi in estate. Questa particolarità rende Tenerife una delle mete più interessante per il turismo durante tutte le stagioni.

Le zone più battute dai turisti sono due:

La città di Puerto de la Cruz è riuscita a conservare un fascino meno turistico, rispetto alle città della costa sud. Qui abitano ancora molti Canarios. La città gode di una splendida posizione, di una propria spiaggia con lungomare e bellissime piscine di acqua marina progettate dall’artista locale Cesàr Manrique.

Per chi volesse fermarsi per un soggiorno più lungo, gli appartamenti a Tenerife di certo non mancano. Nell’entroterra, lontano dal turismo di massa si trovano numerose “fincas“, con i loro appartamenti separati riservati agli ospiti. Qui si potrà godere dell’accoglienza più tradizionale e delle specialità del luogo. Molte di esse hanno anche la piscina, ma il mare non è distante nemmeno nell’entroterra più remoto dell’isola.

Case a Tenerife

Ad occidente dell’isola si trova Puerto de santiago e Los Gigantes, una regione turistica meno trafficata, importante soprattutto per le infrastrutture turistiche, i numerosi bar e ristoranti dove si possono assaggiare le specialità culinarie del luogo.

Nelle tradizionali “guachinches” si possono ritrovare i sapori tipici della cucina canaria.

I Guanci, primi abitanti dell’isola, impiantarono l’orzo, da cui si ricava il “gofio“, una farina d’orzo tostato che ancora oggi viene mangiato come antipasto tradizionale in forma di purea.

La cucina canaria ha successivamente risentito degli influssi di numerose culture, prevalentemente quella della cucina tradizionale spagnola, africana e sudamericana. I suoi ingredienti principali sono le patate rugose, prodotto tipico dell’arcipelago, i legumi e il pesce. La salsa che non manca mai sulla tavola dei Canarios è il “mojo verde”, a base di coriandolo tritato, cumino e sale.

Il vino canario, che arrivò sull’isola con la conquista spagnola, è molto rinomato. Sull’isola esistono 33 tipi diversi di vite, che producono 19 vini bianchi e 14 vini rossi molto conosciuti.

In qualunque stagione voi visitiate Tenerife, sarebbe senza dubbio una perdita se voi rinunciaste a mangiare e bere come la popolazione locale, che ha un patrimonio di sapori antico e soprattutto variegato.

Categorie:
Località: , , ,
Condividi Questo Articolo
Google+
Autore: Gianluca

Amo viaggiare, mi piace scoprire nuovi posti e diverse culture. Ogni qual volta ne ho la possibilità ne approfitto per girare il mondo.

Articoli Correlati