Italiano English Français

Cosa Fare e Cosa Vedere all’Isola d’Elba

L'isola d'Elba è rinomata per le numerose spiagge, il mare blu intenso ed i sentieri naturalistici che la contraddistinguono.

Isola d'Elba, Portoferraio

Molti hanno definito l’Elba come l’isola dei tesori e questo perché su questo territorio tutto sommato circoscritto si trovano una serie di bellezze naturali e architettoniche davvero suggestive. Stando a quanto racconta la leggenda, la stessa isola  è in sé per sé un tesoro, una perla che era stata perduta dalla mitica dea Venere in mare.

A prescindere dal mito e dai racconti mitologici, è comunque innegabile che l’Elba sia un territorio assolutamente straordinario, parte di un arcipelago ricco che, oltre all’Elba, annovera altre isole magnifiche come l’Isola del Giglio, Capraia, Gorgona, Pianosa, Giannutri e l’Isola di Montecristo.

Situata poco distante dalla terraferma, l’Isola d’Elba è facilmente raggiungibile via mare con appena 50 minuti di navigazione a bordo dei traghetti, la maggior parte dei quali in partenza da Piombino, ma anche via aerea in quanto l’isola è dotato di un proprio aeroporto collegato con le principali città italiane.

I circa 223 chilometri quadrati dell’isola offrono ai viaggiatori numerosi spunti per soggiorni diversi ma tutti di elevata qualità.

Chi ama il mare e le spiagge, sull’isola avrà solo l’imbarazzo della scelta, vista la grande varietà di litorali disponibili. Con estrema facilità si può passare dalle lunghe spiagge di sabbia finissima alle piccole calette di ciottoli e sassi, senza trascurare le insenature nascoste e solitarie o le magnifiche spiagge di sabbia nera. Tutte le spiagge hanno però in comune l’assoluta trasparenza del mare che qui all’Elba si tinge di un blu intenso.

Portoferraio

Stilare un elenco di tutti i litorali dell’Elba sarebbe impossibile, per questo posso solo limitarmi ad indicarne alcuni dei più famosi.

Prima tra tutte la spiaggia di Sansone, a Portoferraio, una piccola striscia di ghiaia bianca che è possibile raggiungere solo seguendo un sentiero che ha inizio dalla spiaggia della Sorgente. Come non citare poi la piccola spiaggia Feliciano a Capoliveri, un litorale fatto di sabbia e di ghiaia, o la spiaggia di Padulella, sempre a Portoferraio, che si presenta come un litorale di ghiaia lungo circa 150 metri. Tra le altre spiagge che ti consiglio di provare ci sono quella di Cavoli a Campo nell’Elba, una delle più note di tutta l’isola, e la spiaggia di Cala dei Frati a Portoferraio, situata tra le spiagge delle Ghiaie e della Pudelella e che è possibile raggiungere solo via mare.

Ovviamente l’Elba non è solo mare e spiagge, ma è anche un luogo che offre molte possibilità di scoprire il territorio, fare sport e divertirsi. Per quanto concerne il primo punto, puoi conoscere gli angoli più nascosti dell’Elba seguendo i sentieri creati appositamente per il trekking o per le visite guidate, tra le quali ti suggerisco certamente l’archeotrekking ed il bird trek.

Se sei amante della storia, allora non perdere una visita a tutti quei luoghi che hanno ospitato l’esilio di Napoleone, tra i quali ti suggeriasco il Museo dedicato e la casa ove visse l’imperatore.

Insediamenti Romani e Spagnoli hanno lasciato numerosi monumenti, come la Torre di San Giovanni Campo, diverse chiese romaniche o il Santuario di Monserrato.

Torre San Giovanni - Isola d'Elba

Categorie:
Località: , , ,
Temi di Viaggio:
Condividi Questo Articolo
Google+
Autore: Gianluca

Amo viaggiare, mi piace scoprire nuovi posti e diverse culture. Ogni qual volta ne ho la possibilità ne approfitto per girare il mondo.

Articoli Correlati