Italiano English Français

Cosa Fare e Cosa Vedere a New York

Preziosi consigli ed utili informazioni per la vacanza perfetta a New York.

Central Park, New York

New York è, senza ombra di dubbio, la città più importante ed influente degli Stati Uniti.

Se Washington ne è la capitale sotto il punto di vista burocratico, New York lo è per ciò che concerne l’economia, ma anche per i continui movimenti artistici e politici che vi nascono.

La grande mela è un luogo che va visitato per bene, sette giorni sono davvero il minimo indispensabile per potersela godere.

Vediamo un po’ quali sono, quindi, i consigli per affrontare al meglio la propria vacanza newyorchese.

La strada più importante di questa metropoli è la Fifth Avenue, che divide in due Manhattan, tra zona est e zona ovest.

Qui le attrazioni sono un’infinità e trascorrervi un giorno del tuo itinerario è quanto mai indicato.

Qui si trovano numerosi musei d’interesse mondiale, tra i più importanti il MoMA, il Metropolitan Museum ed il Guggenheim.

fifth-avenue

Lungo la quinta strada i negozi sono tanti, alcuni di prestigio assoluto, come Cartier, Prada, Louis Vitton e Armani.

Numerosi sono anche i negozi che in Italia è difficile trovare, come gli NBA Store (portare a casa un souvenir dei Knicks è un bel regalo, soprattutto per i più giovani).

Attenzione: molto spesso i prezzi indicati sono al netto delle tasse! Aggiungi, quindi, l’8,375%.

L’impatto della 5 th Avenue è impressionante, i grattacieli sono mastodontici tutt’intorno e lasciano davvero di stucco.

All’altezza della 59° strada si trova Central Park, uno dei luoghi più importanti di New York.

Citato in numerosi film, il parco ha al suo interno numerosi laghi e tanto verde.

Molto amato dai newyorchesi che vanno a fare jogging, il parco è il luogo ideale per rilassarsi lontano dal caos metropolitano.

All’interno del parco è possibile fare dei meravigliosi picnic, un’esperienza da provare assolutamente!

In città, altrettanto lussuosa e d’élite (in realtà lo è diventata dopo un po’ di anni) è il quartiere di SoHo.

L’architettura di questo quartiere è molto particolare e vi si trovano anche ristorantini e posti dove mangiare a buon prezzo e di buona qualità.

Molto particolari sono anche i quartieri di Chelsea, dominata dall’Empire State Building ed il Theater District, dove a Times Square potrete vedere i magnifici teatri di Broadway.

Restando sempre al Theater Disctrict, si può anche optare per una visita al Rockefeller Center, dove spicca il mitico Radio City Music Hall.

empire-state-building

Harlem è una delle tappe da tenere in conto per il proprio viaggio a New York.

Qui è possibile scoprire un po’ della cultura nera degli Stati Uniti, tra le chiese con messe recitate con canti gospel ed i classici playground, i campetti da basket in strada.

Harlem è l’ideale per un break dalla New York più autoreferenziale.

Una visita a Brooklin è d’obbligo: il celebre ponte offre una passerella pedonale dove poter apprezzare lo skyline.

Per tutti questi spostamenti a New York è sconsigliato l’uso dell’auto.

Capiterà di camminare molto, quindi attenti al tipo di scarpe usate, ma non dimenticate che la metro è tra le più funzionali del mondo e vi potrà aiutare tantissimo nello spostarvi tra i posti più distanti tra loro.

Molto conveniente la metrocard, 29 dollari per una settimana.

Se prendete un taxi è bene ricordare di lasciare una mancia, così come nei ristoranti. Ve la caverete con un 15% dell’intera somma.

Prima di andare a New York, bisogna chiedere l’autorizzazione di viaggio alle autorità statunitensi.

Si tratta di un modulo chiamato ESTA (Electronic System for Travel Authorization) non c’è un vero e proprio costo della domanda di autorizzazione esta ma, una volta compilato il modulo, si pagano circa 60 Euro, a seconda del sito dove si fa la domanda.

Categorie:
Località: , ,
Temi di Viaggio: ,
Condividi Questo Articolo
Google+
Autore: Gianluca

Amo viaggiare, mi piace scoprire nuovi posti e diverse culture. Ogni qual volta ne ho la possibilità ne approfitto per girare il mondo.

Articoli Correlati