Italiano English Français

Cosa vedere a Portorose

Cosa vedere a Portorose

Portorose è una città multiculturale circondata da una natura incontaminata tipica del paesaggio mediterraneo, caratterizzata da prelibatezze culinarie frutto anche di un passato storico molto ricco. È il luogo ideale per chi vuol concedersi una pausa dallo stress quotidiano, ritrovando la propria pace interiore. Per questo motivo sempre più turisti europei e non solo scelgono questa città come meta ideale per trascorrere una vacanza all’insegna del relax.

Non a caso la sua posizione strategica la rende facilmente accessibile soprattutto da Trieste, che dista solo pochi chilometri dalla città. Visitare Portorose significa prepararsi a lasciarsi incantare dalle meraviglie che la città ha da offrire, a partire dalle sue terme.

Le terme di Portorose

Le terme di Portorose

Il tour di quella che è definita la Città delle Rose, non può iniziare senza concedersi un momento di relax in uno dei suoi numerosi impianti termali. Non a caso Portorose è una delle più antiche località termali della Slovenia. Conosciuta già nel XIII secolo, accrebbe la sua fama grazie allo sviluppo di un’antica e rinomata tecnica, la Thalasso Terapia, che si basa sull’uso dei prodotti del mare: acqua di mare, fango marino, sale, alghe e sabbia. Il centro wellness Paradise Spa è un ottimo posto dove potersi rilassare, dove poter usufruire di diversi tipi di trattamento.

Il sentiero della Parenzana

Per coloro che invece amano lo sport e le attività all’aria aperta, non potranno lasciarsi sfuggire una passeggiata da fare in bicicletta percorrendo il noto sentiero della Parenzana. Un percorso di 30 km, che collega i piccoli insediamenti di Rabuiese e Sicciole. Il percorso, è noto anche con il termine “Sentiero della salute e dell’amicizia” e percorre l’ex ferrovia che dal 1902 al 1935 collegava Trieste con Parenzo.

Durante il percorso si attraversano brevi gallerie, e non mancano punti panoramici dai quali scattare meravigliose fotografie.

Le saline di Sicciole

Un altro luogo da non perdere sono le famose saline di Sicciole: si tratta di un ambiente paludoso, sorto nel delta del fiume Dragogna, che nel medioevo era stato trasformato in campi per la coltivazione del sale.

Infatti, la produzione del sale è una delle attività principali insieme all’agricoltura e alla pesca, tant’è che non viene utilizzato solo per fini culinari ma anche per realizzare prodotti per la bellezza e la cura del corpo.

Una visita a Pirano

Pirano

Non si può visitare Portorose senza fare una capatina al borgo di Pirano caratterizzato da case dai tetti rossi e da un intreccio di vicoli tortuosi e palazzine colorate. Da vedere assolutamente è il Duomo di San Giorgio copia in miniatura di quello di San Marco a Venezia dal cui campanile si vede l’intero golfo di Trieste. Al centro della città sorgono piazza Tartini, che prende il nome dalla casa natale del compositore e violinista Giuseppe Tartini e La Veneziana, una palazzina rosa costruita nel XV secolo, nota per la sua iscrizione “Lassa pur dir” (lasciali parlare) che secondo la leggenda rappresenta il messaggio di un ricco commerciante veneziano per la sua amante.

Il lungomare di Obala

Portorose è soprattutto famosa per le sue spiagge incontaminate e l’acqua cristallina che ti faranno venir voglia subito di tuffarti. Al tramonto invece i vari stabilimenti balneari si trasformano in locali accoglienti dove ci si può fermare a sorseggiare il tipico aperitivo Ganje. Si tratta di una grappa a base di ciliegie, ginepro e prugne, che viene servito insieme al Prut noto prosciutto carsico dall’inconfondibile profumo di ginepro.

Il fatto che il lungomare rappresenti il fulcro della vita della città è dato dal fatto che i più rinomati e importanti Hotel a Portorose sorgono sul famoso lungomare di Obala dove si trovano anche numerosi locali e soprattutto il ben noto Casinò di Portorose, dove potrete tentare la fortuna.

Prelibatezza culinarie

Visitare Portorose significa lasciarsi conquistare dalla varietà dell’offerta gastronomica costituita non solo da piatti a base di pesce ma soprattutto di carne. Uno dei ristoranti più rinomati è il RiziBizi che propone una cucina semplice ma prelibata basata sull’uso dei prodotti locali. Da provare è il branzino di Pirano Fonda un tipo di pesce molto gustoso dal momento che viene allevato con mangimi privi di mercurio.

Categorie:
Località: , ,
Condividi Questo Articolo
Google+
Autore: Gianluca

Amo viaggiare, mi piace scoprire nuovi posti e diverse culture. Ogni qual volta ne ho la possibilità ne approfitto per girare il mondo.

Articoli Correlati