Alla scoperta della Galleria d’Arte Moderna di Milano

  • Poter scoprire come tutte le eccellenze della società, non solo italiana, nei primi dell’Ottocento andassero dall’Appiani per farsi fare un ritratto;
  • Vedere il modello servito ad Antonio Canova per realizzare la sua Ebe;
  • Trovare la grande pittura ispirata alla storia, quella dei paesaggi da Grand Tour e tanto altro ancora.

Come fare? Niente di più semplice: basta andare alla Galleria d’Arte Moderna.

La cosiddetta GAM, acronimo di Galleria Arte Moderna Milano, si trova in via Palestro, in corrispondenza del parco dedicato ad Indro Montanelli. La sua visita è ad ingresso libero ed è possibile dal martedì alla domenica, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30.

La Galleria è situata all’interno di Villa Reale, un importante edificio milanese, testimone del gusto neoclassico di fine Settecento. Il conte Lodovico Barbiano di Belgiojoso la fece costruire nel 1796 in un punto per lui assai strategico, dal momento che salutava l’ingresso in città da chi provenisse da Vienna. Anche il bellissimo giardino all’inglese di cui la villa è dotata varrebbe certamente anche da solo lo spunto per una visita.

All’interno della Galleria d’Arte Moderna di Milano trovate sculture e pitture da fine Settecento a fine Novecento, dal momento che parte dei materiali sono poi confluiti nel PAC (Padiglione Arte Contemporanea) e nel Museo del Novecento, sito in Piazza Duomo nel Palazzo dell’Arengario.

Categorie Italia