Messina

Conoscere Messina trascorrendo qualche giorno in uno dei numerosi agriturismi che s’innalzano lungo il suo territorio e nei comuni confinanti.

Un viaggio alla scoperta di una città d’antica storia e di sapori e tradizioni antichissimi. Facile da raggiungere sia in auto, che in aereo (a Reggio Calabria) o traghetto e nave, Messina è una tappa che non deve mancare durante la vostra vacanza in Sicilia.

Vale veramente la pena partire alla scoperta di questa città, dei suoi tesori e della sua lunga storia, una città forte che ha saputo riprendersi e sorgere come una fenice dopo due disastrosi terremoti.

Ricchissima dal versante artistico, fra le opere ed i monumenti da vedere citiamo:

  • La Basilica Cattedrale Protometropolitana dedicata a Santa Maria Assunta. La fabbrica ha avuto una storia lunghissima sin dall’epoca bizantina conserva un bel portale gotico ed al suo interno mosaici, il San Giovanni Battista di Antonello Gagini (1525), il secondo organo più grande d’Italia ed sul campanile è installato il più grande e complesso orologio astronomico del mondo.
  • La Chiesa della Santissima Annunziata dei Catalani (XII sec.) in cui si fondono elementi bizantini, romanici, arabi e normanni.
  • Il Sacrario di Cristo Re, in stile barocco, presenta pianta ottagonale e conserva la terza più grande campana d’Italia e realizzata col bronzo dei cannoni nemici della prima guerra mondiale;
  • La Chiesa di Sant’Elia (XVI sec.) riccamente decorata a stucco;
  • La Chiesa di San Giovanni di Malta (XVI sec.) opera di Giacomo Del Duca un allievo di Michelangelo;
  • La Chiesa Santa Maria del Carmine, a pianta ottagonale, custodisce numerose opere importanti;
  • La Chiesa di Santa Maria Alemanna (XIII sec.), unico esempio di architettura gotica siciliana;
  • La Galleria Vittorio Emanuele III (1929) oltre a Napoli è l’unico esempio di architettura con uso del ferro del Sud Italia;
  • Il Teatro Vittorio Emanuele II (XIX sec.) in stile neoclassico presenta un pregevole soffitto decorato ad opera di Renato Guttuso;
  • Palazzo Piacentini (1927) utilizza solo pietre siciliane per legarsi al ricordo dei templi greci siciliani;
  • Palazzo delle Poste (1915) in stile Liberty;
  • Castel Gonzaga (1540);
  • Il Museo Regionale offre un excursus della storia messinese con opere, fra gli altri, di Antonello da Messina, Caravaggio, Mario Minniti;
  • Mostra permanente su Salvatore Quasimodo “La vita non è un sogno”;
  • La Galleria provinciale d’arte moderna e contemporanea;
  • L’Acquario comunale;
  • La Mostra di Pupi che ospita centinaia di Pupi e manoscritti del XIX e XX sec.

L’occasione di una visita a Messina durante le vostre vacanze in Sicilia ed un soggiorno in uno dei suoi agriturismi si potrà accompagnare alla scoperta delle pietanze tipiche di questa città come il “Pane di cena”, una sorta di pane dolce, il pesce spada alla ghiotta e la pignolata glassata ed alla degustazione di ottimi vini.

Categorie Italia