Nairobi

Nairobi è la capitale del Kenya ed è anche la più grande città di tutta l’Africa orientale e sede di molte importanti aziende ed organizzazioni internazionali.

La città ha due differenti anime che convivono: quella di capitale coloniale più tradizionale e quella di vivace metropoli africana sempre in via di sviluppo.

Questa città viene spesso usata come punto di partenza per safari in altre zone del Paese, ma Nairobi non è soltanto questo: c’è molto da vedere.

Nairobi è stata fondata dai coloni inglesi nel 1899 come deposito ferroviario sulle rive del fiume da cui prende il nome: Enkare Nyrobi.

È situata nella zona sudoccidentale del Paese a circa 1660 metri sul livello del mare, a nord sorge il Monte Kenya ben visibile da Nairobi nei giorni senza nuvole.

Attività da fare a Nairobi

Prenotazione sicura, facile e rapida, prezzi vantaggiosi ed assistenza clienti in italiano.

Cosa vedere a Nairobi

Questa moderna metropoli africana è ricca di parchi pubblici, grattacieli, grandi aree commerciali, ma la maggior parte dei luoghi interessanti da vedere a Nairobi non sono in città ma nei suoi dintorni.

Bomas of Kenya a Nairobi

Bomas of Kenya a Nairobi

Il centro culturale Bomas of Kenya è sicuramente un’esperienza da vivere durante un viaggio a Nairobi.

Si tratta di un vero e proprio museo all’aperto, composto da tradizionali villaggi di capanne tribali, che offre ai turisti un assaggio di artigianato, spettacoli e musica autoctoni: una rivisitazione della cultura degli abitanti del Kenya come i Turkana, i Samburu ed i Masai.

Ovviamente si tratta di rappresentazioni folkloristiche per turisti ma a cui vale la pena assistere per comprendere meglio la cultura e le tradizioni di questo Paese.

David Sheldrick Wildlife Trust a Nairobi

David Sheldrick Wildlife Trust a Nairobi

Accanto al Parco Nazionale sorge un apprezzato orfanotrofio per elefanti gestito dalla David Sheldrick Wildlife Trust.

Qui sono presenti delle alte torri di osservazione che offrono una fantastica opportunità di avvicinarsi agli elefanti per osservarli da vicino.

Giraffe Centre a Nairobi

Giraffe Center a Nairobi

Il Giraffe Centre, gestito dal fondo africano per la tutela della vita selvatica, è a tutti gli effetti un centro di allevamento e salvaguardia delle giraffe, con aree di nutrizione e parco naturale: se sei un amante degli animali, è sicuramente un’esperienza da non perdere assolutamente.

Anche questo centro è situato vicino al Parco Nazionale e si concentra sulla salvaguardia delle giraffe Rothschild che vivono allo stato brado.

Prenota un tour al Giraffe Centre.

Jamia Mosque a Nairobi

Jamia Mosque a Nairobi

La Jamia Mosque è una moschea situata in Banda Street nel Central Business District di Nairobi.

La moschea è una delle strutture religiose più importanti del Kenya e la moschea più importante del Paese.

Fu fondata da Syed Maulana Abdullah Shah tra il 1902 e il 1906, successivamente è stata ampliata dalla sua costruzione originale.

La moschea conserva uno stile classico architettonico arabo musulmano con ampio uso di marmi e iscrizioni del Corano.

Presente anche la tradizionale fila di negozi (compresa una clinica ed una farmacia) su un lato per fornire delle entrate per il suo mantenimento.

Inoltre, comprende anche una biblioteca ed un istituto di formazione dove si può imparare l’arabo, l’informatica di base e la fabbricazione del tessuto.

La Jamia Mosque è riconoscibile dalle sue tre cupole d’argento e dai minareti gemelli.

Karen Blixen Museum a Nairobi

Karen Blixen Museum a Nairobi

Il Karen Blixen Museum è una fattoria degli anni Venti ai piedi delle colline Ngong di proprietà dell’autore danese Karen e del suo marito svedese, il barone Bror von Blixen Fincke.

Situato a 10 chilometri dal centro di Nairobi, questo museo appartiene ad un periodo storico diverso del Kenya.

È diventato famoso a livello internazionale con l’uscita del film “Out of Africa”, vincitore di un Oscar e basato sull’autobiografia di Karen Blixen con lo stesso titolo.

Karen e suo marito acquistarono la casa nel 1917 e divenne la casa colonica della la loro fattoria.

All’interno del museo è presente un negozio dove si possono comprare vari oggetti di artigianato, poster, cartoline, il film “Out of Africa”, libri e altri souvenir del Kenya.

Karen visse a casa fino al suo ritorno in Danimarca nel 1931.

Nel 1964 la casa è stata acquistata dal governo danese e e consegnata al governo del Kenya come dono di indipendenza.

Nel 1985 sono iniziate le riprese di un film basato sull’autobiografia di Karen e la società National Museums of Kenya ha acquisito la casa allo scopo di creare un museo, che è stato aperto nel 1986.

Il Karen Blixen Museum soddisfa tre dei criteri abituali dell’importanza storica: innanzitutto, è associato all’ampio modello storico dell’insediamento e della coltivazione europea dell’Africa orientale, in secondo luogo, è associato alla vita di un personaggio significativo del passato ed in terzo luogo, l’edificio incarna le caratteristiche distintive del suo tipo, periodo e metodo di costruzione.

La casa rimane un ambiente sereno che sembra appartenere al passato, circondato da un giardino ed una foresta, con una splendida vista sulle Ngong Hills, tanto amate da Karen.

Karura Forest a Nairobi

Karura Forest a Nairobi

Karura Forest è una foresta urbana vicino Nairobi gestita dal Kenya Forest Service in collaborazione con la Friends of Karura Forest Community Forest Association.

È composta da 1.041 ettari (2.570 acri) costituiti da tre parti separate dalle strade di Limuru e Kiambu: la grande porzione centrale è di circa 710 ettari, il saliente di Sigria ad ovest è di circa 250 ettari e la parte ad est della strata di Kiambu è stata assegnata a priorità nazionali speciali.

La foresta ospita circa 200 specie di animali tra cui uccelli, rettili, farfalle, suni, maialini, genette, zibetti, tassi di miele, cuccioli di bush, istrici, scoiattoli cespugliosi, lepri, pipistrelli della frutta e tanti altri.

Ogni mese circa 16.000 turisti visitano la Karura Forest che ha più di 50 chilometri di sentieri dove i suoi poter camminare, correre o andare in bicicletta.

Il primo sentiero, lungo quattro chilometri e che collega Limuru Road a Old Kiambu Road, è stato inaugurato nel maggio 2009.

Sebbene il 70% dei visitatori di Karura siano cittadini kenioti, vi è un crescente apprezzamento da parte di una clientela internazionale.

Kenya National Archives a Nairobi

Kenya National Archives a Nairobi

Il Kenya National Archives and Documentation Services (KNADS) è situato ai margini del central business district (quartiere centrale degli affari) nel centro di Nairobi.

Istituito da un atto del Parlamento del Kenya, l’archivio è stato fondato nel 1965 e contiene circa 40.000 volumi.

Creato per eccellere come servizio di archivio pubblico di tutti i keniani, e per servire come la memoria della Nazione.

La sua missione è di conservare preziosi documenti pubblici come parte delle risorse informative della Repubblica del Kenya e renderli accessibili alle generazioni presenti e future.

Per adempiere a questa missione, il KNADS continua a:

  • Informare gli uffici pubblici sui gestione dei record;
  • Selezionare documenti preziosi per la conservazione permanente;
  • Archiviare e conservare gli archivi nei depositi;
  • Pubblicizzare la disponibilità di risorse informative sotto la sua custodia attraverso l’informatizzazione, la digitalizzazione ed il World Wide Web;
  • Promuovere l’accesso agli archivi a fini di ricerca, ma anche solo per svago.

Nello stesso edificio è ospitata anche la Murumbi Gallery che contiene reperti africani raccolti nel XIX secolo.

Monte Kenya a Nairobi

Monte Kenya a Nairobi

Con i suoi 5199 metri è la montagna più alta di tutto il Paese e dista circa 160 chilometri da Nairobi.

Il monte Kenya è uno stratovulcano estinto, sulle sue pendici si trovano molteplici biomi: foresta nella fascia bassa, che diventa foresta montana intorno ai 2.000 metri, fascia di bambù intorno ai 2.500 metri, brughiera e tundra afro-alpina ai 3.300 metri e deserto in quota dai 3.500 metri.

Le tre vette più alte sono Batian (5.199 metri), Nelion (5.188 metri) e Lenana (4.985 metri): la vetta Leana più essere scalata da dilettanti dell’alpinismo, mentre le altre due sono tecnicamente più difficili da scalare e richiedono particolari attrezzature e molta esperienza.

Il nome completo del monte Kenya è Kiima Kya Nyaa e cioè “montagna dello struzzo”, questo nome deriva dal fatto che le sue rocce assumono una colorazione particolare, a causa della distribuzione del ghiaccio, che richiama le macchie bianche e nere delle penne degli struzzi.

Nairobi National Museum

Nairobi National Museum

Il museo intende interpretare il ricco patrimonio del Kenya e offre ai suoi visitatori la possibilità unica di assaporare il ricco patrimonio del Paese ed ospita famose collezioni di storia, natura, cultura e arte contemporanea del Kenya.

Il Museo Nazionale di Nairobi si trova presso la Museum Hill, a circa 10 minuti in auto dal centro di Nairobi, accessibile sia con mezzi pubblici che privati.

Costruito nel 1929, questo è il museo di punta di tutti i Musei Nazionali del Kenya (National Museums of Kenya):
una società statale che gestisce musei, siti archeologici e monumenti in Kenya.

Oltre ad offrire ai visitatori il ricco patrimonio del Kenya, il Nairobi National Museum è anche noto come sede di eventi unici, per l’apprezzamento del patrimonio del Kenya tra workshop, cocktail, conferenze e tanto altro.

I turisti possono anche visitare i giardini botanici che offrono un ambiente sereno, inoltre, sono presenti vari negozi e ristoranti.

Nairobi Safari Walk

Nairobi Safari Walk

Con la sua passerella di legno sopraelevata che consente una vista ininterrotta degli animali della savana (come ad esempio
leoni, rinoceronti, ghepardi e leopardi), il Nairobi Safari Walk è una vetrina per parchi e riserve del Kenya, che consente ai visitatori di scoprire quello che possono aspettarsi di vedere in tutto il Paese.

I turisti possono ammirare un campione della ricca vita animale del Kenya, tra cui il raro bongo, il rinoceronte bianco e la zebra albina, oltre a grandi felini, antilopi e primati.

Il Safari Walk è anche sede di circa 150 specie di alberi locali.

Ngong Hills a Nairobi

Ngong Hills a Nairobi

Le Ngong Hills (colline) svettano lungo il crinale della Great Rift Valley, situata vicino Nairobi. La punta più alta è a 2.460 metri sul livello del mare.

La parola Ngong è un’anglicizzazione di una frase di Maasai enkong’u emuny che significa primavera di rinoceronte, e questo nome deriva da una sorgente situata vicino a Ngong Town.

Le Ngong Hills, dalle pendici del lato orientale, si affacciano sul Parco Nazionale di Nairobi, a nord, sulla città di Nairobi e, dalle pendici del versante occidentale, si affacciano sulla Great Rift Valley, che scende di oltre 1.000 metri più in basso, dove si sono sviluppati dei villaggi Masai.

Durante gli anni del dominio coloniale britannico, l’area attorno a queste colline era una delle principali colonie agricole e molte case tradizionali coloniali sono ancora visibili nella zona.

Sulle pendici orientali delle colline Ngong si trova la tomba solitaria di Denys Finch Hatton, contrassegnata da un obelisco e da un giardino.

Parco Nazionale di Nairobi

Parco Nazionale di Nairobi

Il Parco Nazionale di Nairobi è un’ampia riserva faunistica di circa 117 chilometri quadrati dove vengono allevati rinoceronti neri (in via di estinzione) e dove sono presenti praticamente tutti i grandi animali della savana come leoni, giraffe, bufali, leopardi, gazzelle, impala, gnu, elefanti e zebre.

Questo parco dista circa 15 chilometri da Nairobi ed una sua visita è sicuramente un must per ogni turista che si trova in zona.

È stato fondato nel 1946 e, nonostante la sua vicinanza alla città, si trova sulle rotte di migrazione di tante specie.

Qui sono presenti anche centinaia di diverse specie di uccelli e decine di piante rare.

Prenota un tour al Parco Nazionale di Nairobi.

Snake Park a Nairobi

Snake Park a Nairobi

Lo Snake Park è situato nel parco del Nairobi National Museum, qui si trovano alcune specie di serpenti, tra cui la vipera, il mamba nero, il cobra egiziano, il pitone africano e la vipera del Gabon.

Presenti anche specie di pesci locali, lucertole, tartarughe e coccodrilli.

Il biglietto d’ingresso per lo Snake Park può essere combinato con il National Museum.

Uhuru Park a Nairobi

Uhuru Park a Nairobi

Uhuru Park è un parco ricreativo adiacente al quartiere centrale degli affari (CBD) di Nairobi.

Si tratta di una distesa di verde curatissimo ai margini del centro città, questo attraente parco è una pausa popolare dal rumore del centro cittadino.

Il parco è stato aperto al pubblico il 23 maggio 1969 e contiene un lago artificiale, diversi monumenti nazionali e un campo che è diventato un popolare luogo per lo skateboard nei fine settimana ed anche un luogo per le competizioni locali di skateboard.

Oltre allo skate, il terreno è utilizzato per incontri politici e religiosi occasionali.

Durante il giorno, il parco attira famiglie di pic-nic, uomini d’affari che escono dall’ufficio e quasi tutti coloro che hanno bisogno di una piccola comunione con la natura.

Non è sicuro addentrarsi nel parco dopo il tramonto.

Categorie Kenya