Zanzibar

L’arcipelago di Zanzibar fa parte della Tanzania ed è situato nel Sud-Est del continente africano, poco lontano da una delle isole più famose al mondo: il Madagascar.

Quali sono le cose da fare a Zanzibar?

  • Visitare le isole di Unguja e Pemba.
    Le due isole principali dell’arcipelago di Zanzibar si chiamano Unguja e Pemba. L’isola di Unguja è conosciuta anche come isola di Zanzibar, ed è così che vi faremo riferimento nell’articolo. Siamo al cospetto, senza ombra di dubbio, di uno dei luoghi più amati ed ambiti dai turisti, attratti dagli spettacoli che la natura regala, in un posto di una bellezza abbagliante.
  • Tuffarsi nelle acque turchesi dell’arcipelago.
    Cosa c’è, quindi, di così bello sull’isola di Zanzibar? Prima di tutto le spiagge ed il mare. Il lato orientale dell’isola è infatti caratterizzato da spiagge bianche, di sabbia finissima, bagnate dalle acque cristalline. Il mare, in particolare, offre degli scorci mozzafiato, con una barriera corallina rigogliosa e contraddistinta dalla presenza di pesci coloratissimi e di diverse specie.
  • Fare snorkeling e immersioni per ammirare la barriera corallina.
    Zanzibar è un luogo ideale per chi ama lo snorkeling e le immersioni. Sono diversi, infatti, i diving center che organizzano escursioni marine, in parti dell’isola particolarmente ricche di cose da vedere. In tal senso, molto interessante è la zona nei pressi dell’Atollo di Mnemba, anche se non è l’unica ad offrire fondali in grado di rinfrancare lo spirito. Molto gettonata è anche l’isola di Mafia, perfetta per immergersi tra coralli e pesci dai colori squillanti.
  • Ammirare la natura incontaminata dell’arcipelago.
    Come se non bastasse la bellezza del mare, alle spalle ci si ritrova spesso una vegetazione fiorente, contraddistinta dalle tipiche palme e da animali piuttosto difficili da trovare dalle nostre parti! Queste isole, infatti, essendo isolate dal continente, ospitano, oltre agli animali più “classici”, anche delle specie particolarmente rare.
  • Visitare la città vecchia, Stone Town, e scoprirne la storia.
    Oltre all’aspetto concernente la natura, sicuramente prezioso ed appagante, non va sottovalutato quello legato alla storia. La città più importante dell’arcipelago è Zanzibar City ed è stata, nel corso dei secoli, conquistata ed influenzata dalla cultura di diversi popoli.
    Dagli arabi ai persiani, passando per indiani, inglesi e tedeschi, le influenze di tali popoli si possono ancora oggi riscontrare nella parte vecchia della capitale di Zanzibar, vale a dire Stone Town. E’ un luogo così bello e ricco di cultura che nel 2000 è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
    Una visita di sicuro la merita il Palazzo delle Meraviglie, dove per entrare occorrono circa 3 euro per gli adulti e 2 euro per i bambini, il Palazzo del Sultano e la Cattedrale di San Giuseppe. Moschee e chiese, diffuse un po’ ovunque, testimoniano come ci si trovi di fronte ad un luogo decisamente multiculturale e multietnico.
Snorkeling a Zanzibar

Zanizibar: tra spiagge e cultura

Zanzibar ha molto da offrire a chi la visita: sia che si tratti delle favolose spiagge bianche, che per ciò che concerne flora, fauna e cultura.

Le spiagge ed il mare di Zanzibar regalano spettacoli di una bellezza fuori dal comune. Le spiagge sono numerose e vanno segnalate la Spiaggia di Kiwengwa, la più gettonata dai tour operator o quella di Nungwi, nel nord dell’isola, poco soggetta alle maree. Non meno degne di nota sono la spiaggia di Kizimkazi, dove poter fare il Dolphin Tour o la spiaggia di Kendwa.

La spiaggia di Paja è quella più appartata, mentre quella di Bububu dà modo di avventurarsi verso Stone Town, la città vecchia della capitale dell’arcipelago patrimonio dell’UNESCO, dove gli affascinanti edifici dei sultani Persiani permettono di entrare a pieno nel clima multi-etnico dell’isola, dove cultura Araba e cultura Africana s’incontrano, fondendosi l’una con l’altra.

I mercati di Stone Town permettono di trovare cibo e frutti particolari, rarità per gli occidentali da provare assolutamente!

Per gli amanti della fotografia, oltre a tutto il bello che vi circonda, è consigliabile anche fermarsi al parco di Jozani, dove lo Zanzibar Buterfly Center permette di osservare il volo di un enorme varietà di farfalle dai colori meravigliosi.

Per visitare Zanzibar è necessario affidarsi ad una guida esperta e quindi al giusto tour operator. L’isola è di una bellezza unica, ma va anche vissuta al seguito di chi la conosce e può illustrarvi al meglio ogni segreto del luogo.

Scegli Zanzibar come meta del tuo viaggio, è il luogo perfetto per rilassarti e, al tempo stesso, ammirare il fascino di altre culture.

Offerte Zanzibar

Certo, affidarsi ad un tour operator affidabile, come Anywhere Viaggi, è essenziale. Visitare un luogo incantevole, ma difficile, come Zanzibar, senza essere ben organizzati è un rischio, quindi tanto vale cogliere l’occasione ed usufruire di una bella offerta e della sicurezza che solo operatori esperti del settore sanno dare.

Categorie Tanzania