Agra

Il fascino dell’India ha incantato e continua a incantare il mondo intero, ci sono città che incarnano tutta la simbologia che da sempre accompagna questo leggendario Paese e Agra è una di queste.

Agra è una città che si trova a nord dell’India e che offre una varietà di interessanti monumenti come il Forte di Agra, conosciuto anche come Lal QilaFort Rouge o Forte rosso di Agra.

Ancora più rinomato è, però, il meraviglioso Taj Mahal, che porta alla città un enorme afflusso di turisti, che arrivano per ammirare una delle meraviglie architettoniche mondiali e, dal 2007, inserito tra le sette meraviglie del mondo moderno.

Attività da fare ad Agra

Prenotazione sicura, facile e rapida, prezzi vantaggiosi e assistenza clienti in italiano.

Cosa vedere ad Agra

Agra è una cittadina allegra e colorata, che offre la possibilità di visitare molti dei suoi luoghi di scambio commerciale.

Non si può perdere una visita al mercato, dove si assiste allo scorrere della vita vera e propria e dove si possono fare anche affari molto interessanti.

Forte rosso

Un dei monumenti più importanti e conosciuti della città è il Forte Rosso, edificato nella metà del XVI secolo.

Fondato nel 1565 da Akbar, della dinastia Mogol, il forte ha delle mura che si estendono per due chilometri e mezzo, è alto più di 29 metri e ha un fossato che lo circonda profondo 12 metri e largo 10.

Un tempo luogo del potere, oggi il Forte Rosso ospita tra le sue mura alcune delle testimonianze più vivide di questa civiltà, come le moschee e i palazzi.

Tra tutti, a spiccare è la Moschea della Perla, purtroppo non accessibile al pubblico: si tratta di una piccola moschea con una cinta di arenaria rossa, che all’interno è tutta realizzata in marmo bianco e grigio.

Con le sue tre piccole cupole di marmo e le preziose decorazioni, la Mosche della Perla è un vero e proprio gioiello.

Taj Mahal

A rendere Agra una delle mete turistiche e di pellegrinaggio più gettonate è il Taj Mahal, che si erge sulle rive del fiume Yamuna.

Questo maestoso e lussuoso complesso fu voluto dall’Imperatore mughal Shah Jahan nel 1631 per ricordare la scomparsa della moglie Mumtaz Mahal.

Ideata dall’architetto persiano Istad Usa, questa mirabolante struttura fu ultimata nel giro di vent’anni, diventando poi Patrimonio dell’Umanità.