Osaka

Quando si sente parlare del Giappone di solito si sente nominare Tokyo, la grande capitale, oppure la bellissima città dei templi Kyoto.

A volte si parla di Hiroshima e Nagasaki, città testimoni della bomba atomica della II Guerra Mondiale, oppure del monte Fuji, simbolo assoluto del Paese.

Raramente si sente il nome di Osaka, bellissima città portuale situata sull’isola giapponese di Honshu.

Osaka centro conta circa 2 milioni di abitanti, ma come estensione territoriale copre una vastissima area che arriva a sfiorare e inglobare alcuni quartieri della vicina Kyoto raggiungendo un totale di 17 milioni di abitanti.

La città insieme al suo porto si apre sulla omonima baia, che domina il mare di Seto, dove sfociano le decine di corsi d’acqua che scorrono sul territorio alimentando il fiume Yodo, il principale canale cittadino.

La presenza di tanta acqua fa in modo che il clima di Osaka sia molto umido, al punto che in estate le temperature superano i 35° ed i tassi di umidità sfiorano il 100%.

Il consiglio è, quindi, di evitare le stagioni troppo calde, anche perché tra giugno e luglio le piogge monsoniche causano allagamenti e peggiorano la situazione.

L’autunno è tempo di tifoni, dunque meglio visitare Osaka in inverno quando le temperature non scendono mai sotto i 7° o nella primissima primavera, la “stagione dei ciliegi in fiore”.

Per arrivare ad Osaka, si può scegliere qualsiasi mezzo.

Intanto bisogna arrivare dall’Europa e dunque atterrare in uno dei due aeroporti locali, il Kansai, che accoglie i voli intercontinentali.

Da qui ad arrivare in centro è un attimo, grazie ai treni veloci ed ai taxi super efficienti.

Sconsigliato fittare una macchina, perché in Giappone si guida sulla sinistra come in Inghilterra.

Per chi si trova già in Asia, per esempio in Cina o in Corea, si può raggiungere Osaka con un servizio traghetti che la collega alle due nazioni.

Se invece ci si trova già in Giappone, si possono utilizzare gli Shinkansen, i treni ad altissima velocità che collegano in un attimo ogni angolo del Paese.

Attività da fare ad Osaka

Prenotazione sicura, facile e rapida, prezzi vantaggiosi ed assistenza clienti in italiano.

Cosa vedere a Osaka

La città di Osaka si divide in due mega aree (Kita, a nord, Minami, a sud) ed in 24 quartieri.

Le zone del centro sono dedicate interamente ad uffici, industrie e negozi per lo shopping.

Sia la zona nord che la zona sud ospitano due grandi quartieri “notturni” con locali, discoteche, club a luci rosse, cinema e teatri: Umeda, che si trova a Kita, ed il quartiere di Namba che si trova a Minami.

In una città così moderna anche i monumenti principali lo sono, ma chi cerca storia e bellezza li troverà anche qui.

Osaka, per i giapponesi, è la capitale del divertimento e del buon mangiare in assoluto.

Dunque, una delle cose da fare ad Osaka è certamente visitare i migliori ristoranti ed i quartieri notturni.

Ma non solo: si possono visitare diversi musei e gallerie d’arte, fare shopping fino ad esaurire la carta di credito, ed assistere a concerti e spettacoli teatrali.

Inoltre, si può anche saltare su un treno urbano ed arrivare in pochi minuti alla vicina Kyoto, per immergersi nella bellezza dei templi antichi.

Kyoto è l’antica capitale giapponese ed il suo ricchissimo patrimonio di templi la rendono letteralmente la “città sacra” della nazione.

Acquario di Osaka

Per gli amanti del mare e dei suoi abitanti, una tappa obbligatoria durante la propria vacanza ad Osaka è sicuramente il suo meraviglioso acquario.

Un edificio moderno ed austero ospita alcune tra le più belle e misteriose specie marine dell’Oceano Pacifico.

Si può letteralmente passeggiare tra le vasche, sentendosi immersi nel fondale oceanico, un’esperienza da non perdere.

Castello di Osaka

Il monumentale castello a pagode che domina la città dall’alto della collina si chiama Osakajo e fu costruito in origine nel 1580.

Distrutto nel corso dei secoli, fu ricostruito uguale all’originale nel 1913, in cemento armato e legno.

Locali notturni ad Osaka

I quartieri notturni di Osaka sono una esplosione di luci e colori, suoni e rumori, gente ed eventi.

Sia a Namba che a Umeda ci si può perdere fino all’alba esplorando i pub, i locali musicali, i teatri e perfino certi club a luci rosse dove è permesso fare (quasi) tutto!

I centri commerciali sono aperti no-stop e dormire è letteralmente vietato.

Musei di Osaka

Inoltre, ad Osaka si può visitare un fornitissimo Museo Storico, aperto nel 2003 ma ricco di testimonianze antiche della zona.

Ci si può concedere un giro al Museo dell’Arte dentro il grattacielo di Abeno Harukas (il grattacielo più alto del Giappone), oppure si può visitare il Museo Artistico Nazionale, che testimonia la bellezza dell’arte moderna e contemporanea non solo giapponese ma mondiale.

Infine, se si preferisce, si può anche visitare gli studi della NHK Tv, la televisione nazionale giapponese che trasmette proprio da qui.

Parco di Minoo ad Osaka

È il tipico giardino giapponese, esteso però su una notevole dimensione.

Si può passeggiare tra gli alberi, attraversare ponti di legno rosso, fare giri in barca sui laghetti cosparsi di fiori di loto e respirare aria pura al centro della metropoli.

Ristoranti di Osaka

Chi ha amato, da bambino, i cartoni animati nipponici e ricorda ancora quelle piccole taverne dove si mangia seduti intorno ai fornelli può regalarsi l’esperienza dal vivo!

Osaka è la città dove si mangia meglio, dove il cibo nazionale e internazionale è cucinato alla perfezione e potrai assaggiarlo sia nelle piccole taverne tipiche giapponesi che nei ristoranti super lusso.

Ristoranti suggeriti:

  • Ichiran, il paradiso dei ramen
  • Misonoo
  • Chibo Okonomiyaki
  • Kani Doraku per mangiare ottimi granchi
  • Akagakiya Sushi

Sumiyoshi Taisha ad Osaka

Il santuario più antico del Giappone (III secolo) sorge immerso in una macchia di verde attraversata da tranquilli corsi d’acqua.

Lo stile architettonico di questo luogo sacro è forse unico al mondo in quanto puramente giapponese, senza mai esser stato influenzato da Cina o Corea, né da elementi indiani tipici del buddismo.

Tempio Shitennoji ad Osaka

Risale all’anno 593 la pianta originale di questo tempio buddista che però fu spesso distrutto da incendi.

La versione che puoi ammirare oggi fu restaurata il secolo scorso ma riproducendo ancora, esattamente, lo stile del primissimo tempio.

Universal Studios ad Osaka

É questo il monumento più famoso della città. Si tratta in realtà di un parco a tema, basato sul cinema e sui suoi trucchi.

Un parco all’americana in cui, chi ama le cose stravaganti, potrà trovare il divertimento che cerca.

Università di Osaka

Val la pena di visitarla, anche se non si è studenti.

È l’università più antica del Giappone, sebbene oggi sia ospitata in edifici modernissimi e quasi anonimi.

Il dipartimento più ricco, qui, è quello di Lingue Straniere ed una delle lingue più amate è proprio l’Italiano.

Zoo di Tennoji

A Osaka si può ammirare uno degli zoo più grandi del Giappone: Tennoji.

Qui, nella riproduzione di un vero ambiente della savana africana, vivono quasi liberi in ampi spazi recintati gli splendidi animali esotici come giraffe, elefanti e rinoceronti.

Categorie Giappone