Dover

Dover è una località situata all’estremo sud est dell’Inghilterra, nella contea del Kent, ultimo avamposto prima dei circa 35 chilometri di mare che separano il suolo inglese dalla Francia.

Quando ci si chiede cosa vedere a Dover, la prima risposta è davvero ovvia: chi non ha mai sentito parlare delle bianche scogliere di Dover?

Se ne legge nei libri delle scuole medie, ma sono state anche omaggiate con brani musicali, citazioni letterarie e film, come quello omonimo del 1944 diretto da Clarence Brown e che vede tra i protagonisti un’appena dodicenne Liz Taylor.

Quando si è a Dover sono due le possibili scelte: decidere di recarsi subito nei pressi delle scogliere per poter ammirare questi luoghi speciali oppure scegliere di trascorrere prima del tempo nell’incantevole città, magari recandosi in visita al castello che la domina.

Se si ha abbastanza tempo, vanno fatte entrambe le cose ma, probabilmente, la soluzione migliore è quella di trascorrere prima un po’ di tempo in città, assaporando l’atmosfera di questo luogo dove talvolta il tempo sembra rallentare.

Dover era un luogo importante già in epoca romana: proprio dai romani fu costruito il porto che, ancora oggi, è uno degli snodi principali del Regno Unito.

Attività da fare a Dover

Prenotazione sicura, facile e rapida, prezzi vantaggiosi e assistenza clienti in italiano.

Cosa vedere a Dover

Trascorrendo qui un po’ di tempo, si comprende come l’Inghilterra abbia da offrire caratteristiche di sé molto interessanti anche sotto l’aspetto naturalistico, storico e culturale, andando oltre i soliti cliché per cui è più nota.

Arrivando a Dover si avrà subito modo di capire perché questo luogo è così amato e rinomato, la maestosità di questi posti va vissuta almeno una volta nella vita per poi portarla per sempre nel proprio spirito.

Castello di Dover

Il castello di Dover è sicuramente il monumento più importante della città, è il castello più grande d’Inghilterra ed è considerato una delle fortezze più famose d’Europa.

Le sue origini risalgono a prima dell’invasione romana, anche se alcuni ritengono fosse lì sin dall’età del Ferro), in seguito venne ampliato dai sassoni, poi da Guglielmo il Conquistatore e all’inizio del XIII secolo assunse l’aspetto attuale.

Durante il periodo delle Guerre Napoleoniche venne realizzata una rete di tunnel sotterranei, ampliati poi durante la Seconda Guerra Mondiale, visitabili tutt’ora.

Attualmente, all’interno del castello di Dover (in inglese Dover castle), viene messa in scena la rivisitazione dell’evacuazione di Dunkirk (altrimenti nota come operazione Dynamo), che vide soldati inglesi, francesi e belgi riuscire a scappare dall’assedio delle truppe tedesche, durante la Seconda Guerra Mondiale.

Dover Museum

Poco distante dal castello si trova questo interessante museo, fondato nel 1836.

Al suo interno si trovano la galleria di archeologia, al piano terra, la galleria delle mostre temporanee, al primo piano, la storia della città di Dover, della Confederazione dei Cinque Ports e del castello di Dover dal 1066 all’era moderna, al secondo piano.

Roman Painted House

Altro luogo interessante da vedere è la Roman Painted House: un’antica villa romana costruita nel 200 a.C., sicuramente, quella meglio conservata tra tutte le ville romane presenti in territorio inglese.

Una villa romana ricca di affreschi, mosaici e manufatti decisamente interessanti, tagliata in due da un muro di una fortezza romana costruita successivamente, l’intera visita dura circa un’ora.

Scogliere di Dover

Una volta visitata la città, è giunto il momento di spostarsi verso il mare e andare a scoprire le tanto decantate scogliere di Dover (in inglese White Cliffs of Dover) : queste meraviglie della natura, alte più di cento metri, si trovano ai lati della città e cadono a picco nel mare, essendo fatte di calcare e grana fine, risultano essere di un colore molto vicino al bianco.

Qui ci si sente davvero a tu per tu con la natura: passeggiando lungo le colline non si riesce a staccare lo sguardo da queste rocce bianche a strapiombo sul mare e, guardando l’orizzonte nelle giornate di cielo terso, è facile scorgere in lontananza le coste di Calais, in Francia, da cui partono numerosi traghetti.

È infatti Calais il corrispettivo francese di Dover e i due porti sono parte di numerosi interscambi commerciali.

Non solo merce, però, ma anche passeggeri. Sono in molti, infatti, a scegliere i traghetti Francia – Inghilterra, preferendo un viaggio all’insegna dell’aria pura e dai panorami mozzafiato, piuttosto che optare per un viaggio in auto nel tunnel della Manica.

South Foreland Lighthouse

Faro vittoriano situato sulla scogliera di South Foreland, parte delle scogliere di Dvoer, utilizzato per avvisare le navi in ​​avvicinamento al vicino banco di sabbia Goodwin Sands.

Il South Foreland Lighthouse fu costruito nel 1843, è stato posto fuori servizio nel 1988 ed è attualmente di proprietà del National Trust.

Famoso perché è stato il primo faro a utilizzare una luce elettrica ed è stato il sito scelto da Guglielmo Marconi per i suoi esperimenti pionieristici nelle trasmissioni radio.

Tramite tour guidato, si può visitare l’interno del fare e, sulla sua cima, ammirare un panorama spettacolare.


Altre guide di viaggio

Dai uno sguardo a queste ulteriori guide di viaggio che potrebbero interessarti.