Lecce

Lecce, situata nel cuore del Salento, è una città d’arte dove ad ogni angolo è possibile vedere edifici in stile Barocco e monumenti davvero molto maestosi.

L’imponenza degli edifici è in netto contrasto con la semplicità dei cittadini, persone accoglienti, socievoli e sempre con il sorriso sulle labbra.

E forse è proprio in questi contrasti che sta la bellezza di Lecce, una città che ti ammalierà con i suoi antichi tesori racchiusi all’interno delle mura, ma che ti farà innamorare anche del suo meraviglioso mare, situato a circa una decina di chilometri di distanza dal centro.

Lecce possiede numerosi hotel in cui poter soggiornare. Ti consiglio ovviamente di scegliere un hotel in pieno centro, in questo modo avrai la possibilità di muoverti direttamente a piedi e di andare alla scoperta di tutti i segreti che Lecce offre.

Se hai deciso di arrivare in città in estate e già sai che molte delle tue giornate le trascorrerai al mare, meglio scegliere una località vicina che si affaccia direttamente sulla spiaggia come San Cataldo ad esempio. Potrai poi raggiungere il centro di Lecce con i mezzi pubblici.

Il centro può essere raggiunto anche in auto, ma trovare parcheggio è, devo ammetterlo, piuttosto difficile. Proprio per questo motivo sarebbe preferibile optare per un hotel con parcheggio privato se arriverai a Lecce con la tua automobile.

Se non sei interessati al mare ti consiglio in questo caso di scegliere una sistemazione in collina, qui potrai godere di una vacanza rilassante e di panorami davvero unici

Di seguito ti elenco alcune delle sistemazioni più interessanti di Lecce.

Attività da fare a Lecce

Prenotazione sicura, facile e rapida, prezzi vantaggiosi e assistenza clienti in italiano.

Come muoversi a Lecce

In estate i turisti affollano le spiagge salentine soggiornando in villaggi ad Otranto, Hotel a Gallipoli o in Residence a torre dell’Orso, solo per citare le località più gettonate.

Il turista che non conosce il Salento oltre il mare spesso decide di visitare Lecce ed i capolavori del barocco leccese, ma il primo problema che incontra, venendo a Lecce in macchina, è decidere dove parcheggiare.

Il consiglio è quello di utilizzare i parcheggi di scambio ed i bus navetta che portano direttamente in centro senza difficoltà e con un unico biglietto.

Inutile avventurarsi in macchina per le vie della città, perché i parcheggi sono tutti a tariffa oraria ed una sosta di appena qualche ora risulterebbe piuttosto cara.

Parcheggi di scambio di Lecce

Fortunatamente Lecce è provvista di tre aree parcheggio di interscambio con servizio navetta.

Quindi, se decidi di arrivare a Lecce in auto potrai parcheggiare e proseguire la visita della città tramite gli autobus di linea (30 e 31) o con navetta.

Di seguito i tre parcheggi di interscambio di Lecce dove poter parcheggiare la propria automobile:

  • Il parcheggio del Foro Boario
    Situato all’ingresso della Nord della città, in Via Carmelo Bene, ideale per chi proviene da Brindisi. Servito dal servizio navetta rossa con 8 passaggi all’ora.
  • Il parcheggio di Carlo Pranzo
    Posto all’ingresso Nord della città, in Via Calasso. Sosta a pagamento, parcheggio scoperto che accoglie sia auto che camper. Poco distante da Porta Napoli, antica porta di accesso al centro storico di Lecce. Servito da navetta rossa con 8 passaggi all’ora.
  • Il parcheggio di Via Torre del Parco
    E’ all’ingresso in città per chi viene da Maglie, Otranto o Gallipoli, ingresso dalla supoerstrada di Maglie. Servito dal servizio navetta blu con 6 passaggi l’ora.

Tutti e tre i parcheggi si trovano tutti in punti strategici.

Sono parcheggi molto grandi dove non si ha difficoltà a trovare posto e da dove si può raggiungere il centro in pochi minuti grazie ai bus navetta.

Il costo del solo parcheggio è di € 0,50 per 1 ora, mentre la tariffa giornaliera (comprensiva di parcheggio e bus navetta) è di € 1,50.

I bus navetta collegano le periferia al centro cittadino e passano con una frequenza di 10 minuti.

Le fermate dei bus navetta ed i rispettivi orari sono indicati sul sito della SGM, la società che gestisce i trasporti urbani nel capoluogo salentino.

Dal 2010 è attivo il servizio Telepark che permette di pagare la sosta tramite una semplice telefonata. Per utilizzare questo servizio è necessario acquistare una Parkcard presso le edicole, tabaccherie o bar della città.

Cosa mangiare a Lecce

Orecchiette alla leccese

Le orecchiette con la ricotta forte sono un piatto tipico soprattutto leccese, ed è realizzato con alcuni dei prodotti della terra salentina tra i più apprezzati:

  • Le orecchiette
    Una pasta fresca tipica della Regione Puglia.
  • La ricotta forte
    Un formaggio stagionato cremoso dal sapore leggermente piccante e dal gusto molto deciso.

Le orecchiette sono una pasta ottenuta dalla lavorazione della farina di grano duro, acqua e sale. Facevano parte del ricco repertorio di ricette contadine e piatti poveri che si trovavano anche sulle tavole dei più poveri, proprio perché poco dispendiose, come le fave e cicorie, altro piatto salentino di punta.

Le orecchiette con la ricotta forte sono un piatto che i turisti in possono degustare nei ristoranti di Lecce e provincia, proprio perché legato alla cucina tradizionale e molto caro ai salentini.

Ingredienti delle Orecchiette alla Leccese (per 4 persone)

  • 400 gr. di orecchiette
  • Una bottiglia di passata di pomodoro
  • Ricotta forte (due cucchiaini da caffè)
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Cipolla

In una casseruola prepara il sugo facendo soffriggere la cipolla tagliata a pezzetti, versandovi successivamente l’intero contenuto della bottiglia di passata di pomodoro. Nel frattempo mettete a cuocere le orecchiette in acqua salata.

In un salta pasta metti la metà del sugo ed aggiungi 2 cucchiaini da caffè di ricotta forte; fai sciogliere a fuoco lento, fino a che la ricotta forte non si sarà amalgamata al sugo, attenuandone il colore rosso.

A questo punto sarebbe preferibile assaggiare il sugo così preparato, per vedere se il sapore è troppo forte o può andare bene per il tuo palato. Se la ricotta forte non si sente ancora abbastanza puoi aggiungerne dell’altra a tuo piacimento.

Ora potrai aggiungere le orecchiette che verranno saltate in padella per due minuti, fino a che il sugo non si sarà amalgamato per bene. Ora sono pronte per andare in tavola ed essere gustate.

Altre guide di viaggio

Dai uno sguardo a queste ulteriori guide di viaggio che potrebbero interessarti.

Share This